Vi Veri Veniversum Vivus Vici

Una ragazza dal culo colpevolmente troppo basso in fila alla banca mi guarda con una fissità che nemmeno le civette di notte quando adocchiano una preda. La tentazione di spalmarle lì su due piedi un “Una foto di me con tanto di autografo la vuoi?” sarebbe grande, ma , in effetti, rifletto che ognuno in coda cerca di ingannare il tempo come meglio può.
Alcuni, birbanti, addirittura lo fanno entrando con un passamontagna calato sul volto e brandendo una 9 millimetri.
Quindi non le dico quella frase irriguardosa e mi concentro su altro.
E’ che non mi vengono chissà che pensieri fantasiosi e allegri, di questi tempi.

Penso al medico sportivo che dopo venti secondi dal mio ingresso nello studio ha detto che la mia postura nel camminare potrebbe causarmi problemi alla zona lombare tra qualche anno, o che ,mentre mi sottoponeva all’elettrocardiogramma e osservava i risultati delle analisi del sangue, mi ha chiesto se in questo periodo sono molto stressato perchè un valore, uno solo, è inspiegabilmente sballato.
Sì, dottore, lo sono.

Penso che oggi è una bellissima giornata là fuori. Tiepida e tersa. Lo stesso identico tipo di giornata nella quale alcuni mesi fa incontrai una donna di bell’aspetto ad un appuntamento. Che aspettava me. Sono cambiate tante cose nel frattempo, o siamo cambiati noi. Oppure non è cambiato nulla e sapevamo già tutto dall’inizio, entrambi. Mi resta la sensazione che provai quel giorno, quell’aria frizzante e il suo sorriso che dopo un pò fece capolino.

Almeno se penso a queste cose non faccio tanto caso alla coda.
E’ un periodaccio. Lo ha detto anche il dottore. Ho l’impressione di correre continuamente, ma non so ancora da chi sto scappando.

Penso al fatto di voler cambiare lavoro.

E penso che una ragazza mi ha detto che non mi so esprimere bene quando parlo. E che sono antipatico, di tanto in tanto. Spero che in almeno una delle due circostanze scherzasse, perchè ci tengo al fatto di sapermi esprimere con proprietà e costrutto.

Un anziano signore tre posti davanti a me viene informato dalla cassiera che non può fare quel tipo di operazione a quello sportello, ma al numero 4. Tutto costernato l’uomo chiede scusa e cambia fila. Mi mette in difficoltà chi chiede scusa così, con quel tono. Non ho mai sopportato le scene da libro Cuore.
Mi rimetto a pensare che mi vedo sciupato nel riflesso del pannello di vetro antiproiettile. Invece qualche giorno fa provando una maglietta nel camerino di un negozio constatavo di trovarmi carino. Delle due l’una?

Penso ai brividi di quando le ho sentito dire “Tutto dipende da quanto terribili diventeranno i miei sogni”.

Penso che I used to be the type of kid that, would always think the sky is falling. Why am I so differently wired? Am I a martian? And no, I don’t need no goddamn psychologist tryn’a diagnose why I have all these underlying problems, thinking he can go and solve ‘em.

E’ il mio turno alla cassa.
Come ultima cosa penso che a questo post metterò un titolo proprio strano, che magari vi farà dubitare della mia sanità mentale, poi forse perdere mezzo minuto su Google e constatare che sono una stranissima persona, ma dai variopinti interessi.


Foto che non ha nulla a che fare con il post, ma mi piaceva.

Sountrack: Tom Petty- Mary Jane’s last dance

Annunci

19 thoughts on “Vi Veri Veniversum Vivus Vici

  1. Non si può essere sempre all’apice, ci sono periodi di stress….è normale, chi non ha alti e bassi non è umano. Buon fine settimana :)

  2. beh… credo che se la maglia ti stava davvero bene, non sei sciupato… ma dimagrito! e va beh, di questi tempi con l’obesità che va di moda, trovare una persona secca è come l’ago nel pagliaio….
    :)

  3. Quindi non sono l’unica a non sopportare quelli che fissano. E io, quella fra della foto con l’autografo, l’ho detta più di una volta.
    E’ divertente vedere le reazioni.

    Ps: il titolo è una genialata!

    • Grazie per aver apprezzato la scelta del titolo, la scelta è stata una cosa che è piaciuta fare anche a me.

      Quindi davvero hai usato quella frase? Io l’ho solo pensata ma mai detta perchè ho l’impressione che, unita al fatto che sono un uomo piuttosto grande e grosso, potrei finire per fare un pò troppa paura alla malcapitata.
      E di una denuncia per aggressione non ne ho proprio bisogno di questi tempi.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...