Diventa quello che sei

Ho solo un sogno e me lo tengo stretto in mano, considerato che quelli nel cassetto li hanno presi da tempo gli scheletri che ho nell’armadio.

Sempre meno voglia di sprecare fiato, se è per questa gente che confondo tra apparenza e significato.

Mi chiedi perché sporadicamente fumo nonostante non mi piaccia: coloro il mio respiro, è solo un modo per vederlo e sapere che ancora vivo.

Quando scrivo, scendo nel profondo, perchè sa di poco il cielo se non hai mangiato prima la sabbia dal fondo.

Lotto giorno dopo giorno ,in eterno. Un uomo giusto in questo mondo è un pompiere all’inferno.

Imparo a stare a tempo solo per vincere il tempo. Tu impara a essere egocentrico che l’uomo parla quel gergo.

E dentro ho due essere incompiuti: ho ucciso l’uno dei tanti e nutrito l’uno fra tutti.

Cambia. Sono cambiato tanto, perché in tempi cupi un cane abbandonato impara a crescere dai lupi.

Potessi ti darei questa rabbia, ma è vana come le orme dei miei passi sulla sabbia.
Ne avessi la speranza, io giuro che te lo direi: non credere in nessuno, diventa quello che sei.
Diventa quello che sei.

philistines

(“Philistines” del genio Jean-Michel Basquiat)

Annunci

5 thoughts on “Diventa quello che sei

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...