Domande esistenziali di un piccolo cucciolo d’uomo #1

Prendo l’auto di mia sorella per andare a recuperare la mia automobile che è dal meccanico. La sua assurda macchinina tipicamente girl-style con un adesivo ancora più assurdo sul paraurti di un concerto a cui è stata.

Già sono sul chi va là pensando a quanto mi farà pagare il meccanico, che se per caso è finito il liquido refrigeratore come minimo quando mi presento mi dice “Scusi, ma andava cambiato l’intero telaio. E anche la targa. E a quel punto ci è sembrato logico anche rottamarla direttamente e darle in cambio un trattore”.

Dietro di me una macchina si avvicina tanto, troppo. Mi fa un segnale coi fari, ma io lascio stare.
Mi suona il clacson e penso che forse l’auto di mia sorella ha una luce di posizione che non funziona.
Metto la freccia per entrare nel parcheggio e anche l’auto dietro svolta con me.
Mi fermo, spengo il motore e guardo nello specchietto retrovisore. Anche l’altra auto si è fermata.
“Ok”, penso, “ci siamo”. Sarà qualcuno che vuole regolare i conti con me. Sarebbe inopportuno fare a cazzotti a stomaco vuoto, però.
E invece dall’auto scende una bionda di un metro e ottanta, con i RayBan a specchio e una scollatura fino all’ombelico. A quel punto mi preparo a scendere, passandomi una mano tra i capelli per controllare se è tutto a posto e levandomi gli occhiali da sole con un unico, plateale, gesto della mano come i playboy consumati.
Me lo ricordavo più complicato fare conquiste. Ormai sono le donne che ti cercano: che pacchia questa nuova epoca.

Scendo e la bionda, ora a tre metri da me in rapido (e gradito) avvicinamento, si ferma.

“Ops, pensavo fosse Giulia. Sai, l’auto. Scusami”.

Le domande che mi pongo sono essenzialmente due:
1) Ad un certo punto il karma smetterà di farmela pagare?
2) Perchè quando io sono in crisi e chiedo a mio sorella “Presentami una tua amica”, lei mi risponde “O sono brutte o non ti meritano”?

Giulia, io quella bionda me la meritavo. Ne sono convinto.

Annunci

18 thoughts on “Domande esistenziali di un piccolo cucciolo d’uomo #1

    • Bionda si leva gli occhiali e un pò sorride. Alzata di spalle mia e sorriso tonto, imbarazzato.
      “Beh allora niente. Scusa,”
      “Figurati”
      “Salutami tua sorella”
      “ah-ah”
      Bionda ingrana la retro e io vado incontro al mio barbuto meccanico.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...