Chi se ne frega di tutto, oggi mi sento Hank Moody.

In una domenica mattina tersa come questa mi ricordo quanto è bello il sole. E’ proprio una sensazione di calore che si diffonde tra le ossa e scuote tutte le cellule. Fa bene.
Che settimana incasinata questa appena trascorsa. Come tante, forse tutte.
Ma è bello così in fondo. Chi vorrebbe vivere un’esistenza monotona? E allora ben vengano i problemi, le soluzioni che troviamo ad essi, gli amori persi e quelli che verranno, gli amici veri e tutti quelli che invece manderemo allegramente al diavolo.
Questa è la banale conclusione a cui sono arrivato io stamattina scendendo dal letto con il piede giusto.

CAM01367

In un cassetto ho trovato questi occhiali da sole, sepolti da una marea di carte e buste. Sono di mio padre, o meglio erano, perchè me li ha regalati molto tempo fa, prima che si creassero troppe crepe nel nostro rapporto.
Sono occhiali che raccontano storie. Mio padre li ha portati negli anni ’80 quando ha girato in lungo e in largo l’Europa con i suoi amici. Portogallo, Grecia, Capo Nord, Spagna, Turchia, Germania, Svezia, Gibilterra. E potrei andare avanti ancora. Tutto questo assieme a tre amici fidati, estate dopo estate, a bordo delle loro automobili. Da piccolo pendevo dalle labbra di mio papà quando la sera dopo lavoro mi raccontava le avventure che avevano vissuto nei loro viaggi. E’ il ricordo più bello che ho di casa mia.
C’era molto sole in quei racconti.

Ecco perchè oggi prendo questi occhiali, li rigiro tra le mani guardandomeli bene e decido che li indosserò. Non l’ho mai fatto. Perchè oggi è una di quelle giornate.
E mi sento molto Hank Moody, il protagonista della serie Californication. Bello e maledetto, pieno di problemi ma senza fare in modo che questi mi abbattano.

Ho un appuntamento con una ragazza per un aperitivo. E’ da qualche settimana che ci sentiamo, anche se non ho esattamente capito a che cosa mi possa portare questa storia.
Ci siamo conosciuti tramite un’amica in comune e all’inizio credevo che fosse assolutamente persa di me, da come sorrideva a comando a tutto ciò che le dicevo, cazzate incluse.
Poi invece per un pò si è defilata, come se mi evitasse. Ora siamo in una fase intermedia. Dovrei preoccuparmi? No, non oggi. Oggi sono Hank Moody. Non ho un piano, non ho in mente di cosa parlarle e non mi importa se non farò colpo. Mi siederò davanti a lei e qualcosa salterà fuori. Magari mi chiederà dei miei occhiali e io le racconterò della loro storia e dei viaggi di mio padre.
Lei è una sognatrice, una specie di letterata con le testa fra le nuvole risvegliatasi in un mondo un pò troppo grigio e attento solo a sè stesso di cui anche io purtroppo sono un ottimo esempio. Credo che sarà piacevolmente sorpresa dall’atteggiamento con cui mi presenterò oggi, al di là di tutto.

Sì, oggi sono proprio Hank. Mi metto una camicia con i primi due bottoni rigorosamente slacciati, giubbotto in pelle, jeans e occhiali da sole. Non ho la Porche decapottabile come il vecchio Hank. Ma non importa.
Oggi se i problemi chiamano io non rispondo.

Annunci

9 thoughts on “Chi se ne frega di tutto, oggi mi sento Hank Moody.

    • Bene ma non benissimo. Siamo ancora in quel punto in cui non siamo ancora amici e non si sa se saremo mai amanti.
      Peró abbiamo parlato tanto e non mi sono stancato di farlo (a me succede spesso). Di un concerto dei Rammstein a cui sono stato, dei suoi rossetti, di giacche di jeans per uomo, di viaggi, di un suo possibile Erasmus, di protesi al silicone per il seno..
      Ho bevuto due spriz bianchi e lei due prosecchi.
      Telecronaca conclusa :)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...