E questo è il mio saluto per te

Ci sono quei giorni in cui ti svegli e ti travolge una notizia che ti toglie il fiato e la voglia di vivere. Non parlo di una qualsiasi cazzata o problema personale che ognuno di noi per natura tende a ingigantire, ma di quelle cose che ti fanno capire quanto la vita possa essere ingiusta, maledettamente ingiusta.
Oggi è uno di quei giorni ed io sono frastornato senza che nemmeno questa notizia mi tocchi personalmente.
Già ricevere una chiamata da mia madre è stato qualcosa che mi ha subito insospettito perchè quando succede significa che c’è qualcosa di grosso che deve dirmi e che per una volta non possiamo fare a meno di ignorarci come sempre.

E quindi mi ha detto che hai subito un incidente, una dinamica stupida come tutti gli incidenti. Travolta appena scesa dalla tua auto. Una persona che muore è una tragedia, di per sè.
Ma tu avevi 22 anni e questo è maledettamente ingiusto e mi fa rabbrividire.
Vogliamo aggiungerci il destino cinico, schifoso e beffardo? Era il giorno della tua proclamazione di laurea. Uno dei giorni più belli della tua vita, in teoria.

Nessuno mi convincerà che possa esserci un motivo alla base di cose come queste.
Le parole volano via, mi auguro solo che il tuo ricordo non farà lo stesso.
Chi crede in Dio, che si metta in comunicazione con lui e gli chieda subito il motivo di una avvenimento così osceno. Ce lo deve.
Chi non ci crede, che bestemmi il cielo se lo farà stare meglio.
Io mi chiudo in silenzio, non so fare altro.

Noi due non ci conoscevamo bene, perchè io non vivo più da tempo dove abitavi tu. Ho solo un ricordo di te, perchè nonostante tutto per un periodo abbiamo vissuto a poca distanza l’uno dall’altra.
Mia madre mi ha aiutato a ricordarlo: da ragazzino stavo giocando con i miei amici in una strada vicino a casa tua, abbiamo calciato la palla nel vostro giardino e tu sei uscita a restituircelo. Sorridevi ma sembravi un pò impaurita da noi.
Mia madre era lì, aveva visto tutto e mi aveva pure sgridato per il tiro sbilenco, visto che la palla l’avevo tirata io.

Un piccolo miracolo lo hai fatto comunque, io e mia madre siamo restati al telefono per mezz’ora. Il che è davvero miracoloso, considerando che forse ci eravamo parlati per mezz’ora negli ultimi due anni.

“Muor giovare colui ch’al cielo è caro.”

E questo è il mio saluto per te. Ciao Lucia.

Annunci

One thought on “E questo è il mio saluto per te

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...