Un blog a tempo determinato

Che sarebbe il mio.

Avete tutte le ragioni per chiedervi che cosa possa interessare a voi questa considerazione. Beh, non lo so. Voglio solo avvertirvi. Il mio blog ha già appiccicata addosso la sua bella etichetta “scade il…”. Non scriverò per sempre, un giorno semplicemente smetterò di farlo, senza dire niente a nessuno. Magari per un pò continuerò a leggere quello che scrivete, restando nell’ombra.
Lo avevo già messo in preventivo quando ho creato questo account un paio di mesi fa. Non sono uno scrittore, non ho pretesa di farlo e so che alla lunga rileggendo quello che scrivo mi creerei da solo delle paranoie.
Quindi la data di scadenza c’è, solo che non la conosco ancora. Magari fra un paio di settimane, oppure fra un anno. Non ne ho idea al momento e su questo sono sincero.
Se fosse qualcosa di perenne non scriverei come lo faccio ora e non vi leggerei allo stesso modo.

Quindi mi va bene così, andiamo avanti giorno per giorno.

Cheers.

Annunci

28 thoughts on “Un blog a tempo determinato

  1. No, dai, uffi. Nonnonnò.

    No scherzo, questo post è molto sensato. Io penso che smetterò da un momento all’altro, ma non dirlo a nessuno (visto che qui siamo in privato e nessuno a parte tutto il mondo può leggere).

    • tu hai una responsabilità sulle spalle, gestisci un blog affermato e se lasci da un momento all’altro causerai crisi depressive sparse. Io sono solo un personaggio discutibile che sparirà senza lasciare traccia così come è apparso.

      Lapidaria ‘sta cosa

      • Nessuno è abbastanza discutibile da non lasciare traccia. Non conta il numero di followersss, conta la qualità (e io la elevo decisamente :D ). Eppoi io sono molto meno affermata di quanto sembro. Se la sembro. Mi sembra assurdo pure sembrarla.

      • Tu muovi già le masse nel tuo piccolo.
        Ad esempio con psicologia inversa mi hai fatto iscrivere a instagram e ora ho il mio bel da fare a districarmi con un nugolo di adolescenti sulla home

        • …la qual cosa mi fa capire che, invece di ricercare attenzioni da quelle della tua età (che, oddio, nemmeno la so in realtà), non disdegni le attenzioni delle adolescenti, checché tu ne dica.

          (non so come faccio a scrivere sempre frasi così complicate, paio Cicerone – allusione colta per far capire che studio lettere)

      • Ma allora sei coltissima.o si dice coltivatissima?
        Comunque ho meno di un quarto di secolo di vita..posso ancora permettermele certe cose. Certo, se sono giovini esaltate toccare e non guardare. No,intendevo il contrario

        • Mmm. Secondo me intendevi proprio quello che hai detto invece. Il tuo inconscio si è fatto sfuggire allusioni indecenti a tradimento.

          Eccomunque sono sia coltissima perché so le cose sia coltivatissima perché sono un fiorellino.

  2. Quindi un blog precario. Beh l’importante è trarne il massimo (inteso come sfogo, emozioni, racconti, storie, pensieri, contatti…) :-)
    Buon co.co.pro con il tuo blog!

  3. No ti prego non lo fare… i botta e risposta fra te e Pilar93 sono fra le cose più divertenti che si leggano sul web :-D
    A parte ciò, credo che ogni cosa abbia un inizio, uno sviluppo ed un completamento, dunque una fine. Saprai certamente tu, meglio di chiunque altro, quali e quando tali cambiamenti di stato interverranno. Io mi auguro di leggerti ancora a lungo, ma nemmeno io so per quanto tempo resterò qui (sul mio blog, intendo), dunque non posso che prendere atto della tua precisazione. Del resto, il mondo del web è precario e volatile per definizione :-)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...